1. La prima volta con la mia ex moglie. uno spettacolo!!!!


    Data: 13/08/2019, Categorie: Etero Autore: sexdodo, Fonte: Annunci69

    Questa è la vera storia di come ho conosciuto colei che sarebbe diventata la mia ex moglie.
    
    Era una noisissima sera di settembre e, dopo una dura e lunga giornata di lavoro, non bramavo altro se non starmene a casa tranquillo, un paio di bicchieri di vino e un bel film. In santa pace, da solo. Era stata una settimana veramente lunga e pesante. Verso le 20.30 squilla il telefono. Quasi stizzito guardo chi é. Luca, mah, chissà cosa vorrà sta sera. Rispondo e lui mi fa, ciao vecchio, come va? E io gli spiego le mie “voglie” per la serata. E lui, ma no dai, cazzo, è venerdi, usciamo. Ci sono un paio di amiche che mi hanno chiesto se uscivamo assieme. Dai che ci divertiamo un po’ e comunque non preoccuparti. Rientriamo presto. Così gli dico, ok dai, va bene.
    
    Lasciami un’oretta e ci vediamo al solito bar. Un’ora dopo spaccata, anche se un po’contro voglia, sono li. Di loro nemmeno l’ombra. Ordino una birra mentre li aspetto. Con un buon venti minuti di ritardo lo vedo entrare seguito da due ragazze. Si avvicinano e si siedono con me al tavolo dopo aver fatto le presentazioni di rito. Ordiniamo un altro giro e cominciamo a chiacchierare. Dopo un po’di tempo tutti cominciavano ad essere a proprio agio. Martina era molto simpatica, un po’introversa ma piacevole. Indossava un paio di jeans stretch e una camicetta. Nulla di appariscente se non le scarpe con tacco tutte tempestate di brillantini. La sua amica, Natalie, invece era l’esatto opposto. Molto spigliata e socievole fin  da subito, pronta con la battuta e al contrario di Martina le piaceva, moderatamente, l’acool. Lei per la serata indossava invece una minigonna bianca e nera tipo da scolaretta, un top nero che lasciava libere le spalle e metteva in risalto il suo prorompente seno.e il tutto condito da un paio di collant a rete e delle magnifiche scarpe con plateau anch’esse bianche e nere. Mi stavo divertendo ed ero ben contento di aver dato ascolto a Luca. Mentre sorseggiavamo il secondo drink in compagnia Natalie mi stava raccontando un po’la sua vita. Dei mesi trascorsi in Australia, del suo nuovo appartamento e del suo fidanzato. A quel punto le dico, come? Hai un fidanzato???? E tra me e me mi sono detto, ecco, doveva esserci qualche cosa che andava male… anche sta sera torno a casa da solo! E lei mi dice, siiii, sono due anni e mezzo che stiamo assieme ma ultimamente non è che vada così alla grande. E le dico, mi dispiace, come mai non funziona piu? Se non sono troppo sfacciato. Mi racconta che si, andava tutto bene. Ma che ora viveva lontano. Circa due mesi fa la banca per la quale lavora gli ha proposto uno stage di 5 settimane a New York e lui ha accettato senza minimamente interpellarmi. E alla scadenza della quarta settimana mi ha mandato un mail dicendomi che sarebbe tornato qualche giorno in quanto aveva prolungato lo stage di altre cinque settimane. E mi dice, sai, io capisco bene che guadagna un bel po’di soldi ed è una grande opportunità lavorativa, ma per me stare qui sola e ...
«1234...»