1. Andrea,la dominatrice


    Data: 11/09/2019, Categorie: Dominazione / BDSM Autore: Ano vulcanico, Fonte: EroticiRacconti

    Avrei dovuto capirlo dal suo nome,quando lei presentandosi aveva detto di chiamarsi "Andrea"! La storia avrebbe dovuto mandarmi "in puzza" da subito ma io avevo gli occhi foderati di prosciutto e ciò che ha sempre contato per me nel primo contatto con una femmina,dopo una bella presenza è sempre stato un corpo sinuoso,con tutte le curve al punto giusto! E lei almeno apparentemente aveva tutte le carte in regola,a parte il fatto che era stata lei a prendere l'iniziativa e ad invitarmi a casa sua quella sera! A me non pareva vero di ricevere per la prima volta un invito tanto esplicito da parte di una donna! Ore 21 appuntamento a casa sua! Io vado al massimo del l'eccitazione e lei mi apre in sottoveste trasparente! "Intanto spogliati ,che io vado in bagno a prepararmi " Disse lei,mentre io gettai velocemente tutti i miei vestiti-mutandine comprese- sul pavimento,poi mi sedetti sul letto in attesa! Ed eccola uscire ancora in sottoveste e camminando al contrario,arretrando ( ma non doveva prepararsi?) notai una strana cintola attorno alla vita! E girandosi di scatto ecco la grossa sorpresa ( veramente grossa) Aveva indossato il suo personale STRAPON con un enorme fallo in lattice al centro! "Hey,dissi io- ma io non sono gay- ! "Finora " ribatte' " lei! E così' esclamando mi spinse con forza mascolina "Andrea", e mi fece girare di culo! "Dai, è ora di provare un'esperienza "diversa" ,lasciati deflorare l'ano,vedrai che poi ci prendi gusto!" Provai a divincolarmi ma sospetto che per lei non fosse la prima volta in quella situazione,visto che sapeva bene come immobilizzare un uomo! Dopodiché dopo un paio di sputacci tra le mie chiappe mi penetro' direttamente a fondo con un poderoso colpo di reni "Andrea"! Alla fine della "cavalcata " lei si sdraiò esausta sul letto ed io raccattati i miei vestiti alla bene e meglio me la diedi a gambe! Diffidate di chi dice di chiamarsi "Andrea"se non volete penetranti delusioni!
«1»