1. Il Sacerdote Mon


    Data: 08/10/2019, Categorie: Etero Autore: Maddalena, Fonte: EroticiRacconti

    In alcuni remoti villaggi dei Paesi in via di sviluppo, nelle regioni del Sud-Est asiatico, la verginità di una giovane promessa sposa non viene vista di buon occhio, anzi, essa rappresenta per i più, una tara che può portare cattiva sorte all'unione matrimoniale, per ovviare a ciò, piccoli gruppi di comunità scelgono con particolari rituali, un giovane uomo del villaggio che crescendo non potrà contrarre matrimonio e avere una famiglia, in quanto, compiuto il trentacinquesimo anno di età, diventerà il Sacerdote preposto alla liberazione delle giovani dalla loro illibatezza. Naturalmente, per assurgere a tale ruolo, dopo una cernita tra i giovani più in salute ed una lunga serie di prove intense per attestarne la fortezza fisica e la virilità, il Sacerdote prescelto non può tirarsi indietro, ma deve accettare il ruolo con abnegazione, giurando che mai e poi mai durante gli amplessi, osi guardare le ragazze in volto; approcciarle dopo averle benedette; al sacerdote è vietato, in oltre, toccare in modo non necessario strettamente all'atto, le parti intime delle giovani e soprattutto non deve spogliarle o pretendere che esse lo facciano. Il sacerdote che trasgredisce a queste regole viene sacrificato e la giovane protagonista di tale attenzioni indiscriminate viene ripudiata a allontanata dal villaggio senza alcun appello. Mon era Sacerdote ormai da 15 anni e aveva sempre svolto il suo ruolo con attenzione garantendo matrimoni molti sereni e benedetti da numerosa prole a  tutte le giovani della regione. Egli da lì a dieci anni, avrebbe terminato il suo compito e si sarebbe ritirato tra le montagne verdi di Idrivan, nella solitudine avrebbe ripensato alla sua vita e sarebbe poi morto serenamente o almeno quelli erano i suoi desideri prima che tutto cambiasse. Ogni mattina, Mon per tenere il suo corpo in allenamento, percorreva svariati chilometri nella foresta, portando grossi sacchi di farina sulle spalle e si nutriva di un unico pasto durante l'arco della giornata: una ricca colazione fatta di pollo, banane, latte di capra e pane di mais. La sera, prima di andare a dormire, per mantenere intatta la forza della sua virilità, si masturbava lungamente senza giungere all'orgasmo, pregando gli Dei che il vigore e la salute non abbandonassero il suo membro. Una mattina mentre percorreva come suo solito un sentiero impervio della foresta, sentì una giovane voce femminile gemere disperatamente e mugolare parole come "non lo sposerò mai, non voglio." e per vedere chi fosse si fermò acquattato tra il fogliame e spostando i rami con le mani vide una fanciulla nuda che lavava il suo corpo e i suoi capelli ai piedi di una piccola sorgente d'acqua.Ella era molto minuta, forme appena accennate e i capelli di un nero corvino che le arrivavano lungo i fianchi, doveva avere massimo 18 anni. Mon ebbe un sussulto, non aveva mai visto una donna nuda e il suo membro vibrò e si ridestò con forza, ciò lo sconvolse e nell'emozione del momento,egli dimenticò di non fare ...
«123»