1. Una delle nostre esperienze


    Data: 08/02/2020, Categorie: Sensazioni Dominazione / BDSM Etero Autore: demonblonde, Fonte: RaccontiMilu

    Noi siamo switch,non siamo legati a un ruolo di Master/Mistress e slave in maniera stabile; la nostra relazione si basa sull'esplorazione di ogni sfumatura dell'erotismo da ogni punto di vista, i limiti e le eccezioni vengono stabiliti ogni singola volta perché nella coppia come nella vita bisogna saper accendere il desiderio e la passione e si deve cercare di essere più sinceri possibili.Buona lettura.La corda nera intrecciata con il nylon mi blocca i polsi sopra la testa andando a incatenarmi al letto in ferro in cui mi trovo; le braccia sono in leggera tensione permettendomi di piegare leggermente i gomiti ma non di più; stesso trattamento &egrave stato riservato alle gambe, divaricate e leggermente piegate.Il mio corpo &egrave completamente nudo, la benda nera che ho sugli occhi non lascia filtrare nulla di quello che avviene intorno a me;il tempo in questi casi &egrave relativo un minuto, un ora, non saprei dire quanto tempo sia passato da quando sono in questa posizione; posso solo attendere che la mia Padrona dia inizio al gioco, &egrave lei che comanda, lei decide il suo e il mio piacere nei modi e nei tempi in cui Lei vuole.La Sento che si avvicina al letto, accarezza i nodi delle corde che mi tengono imprigionato facendomi capire che ha indossato i guanti lucidi e risalendo il braccio arriva alla spalla e infine al collo dove inizia a tracciare il segno delle vene stringendo leggermente e sussurrandomi."Tu sai di essere completamente mio ora? Non puoi fare nulla, non puoi muoverti, non puoi parlare, non puoi godere, se non lo dico io, hai capito?""Si Padrona ho capito."La mano della Padrona scatta veloce e mi stringe la faccia. "Ti ho detto di non parlare schiavo, io ti dirò quando potrai farlo."Mi lascia andare dopo qualche secondo e questa volta rimango in silenzio attendendo, il mio corpo freme, i nervi sono tesi non sapendo cosa succederà ora.Si stende al mio fianco e inizia ad accarezzarmi il petto tracciando dei lenti cerchi fino a sfiorare i capezzoli ma senza toccarli, continua così per diversi minuti alternando movimenti lenti e veloci; il mio corpo si rilassa al quel contatto così dolce e sensuale ma proprio in quel momento mi stringe forte un capezzolo tra le dita tirandolo e girandolo strappandomi un gemito di dolore inaspettato e violento."Ti ho detto di stare zitto Schiavo!"Così dicendo stringe ancora di più il capezzolo tra le dita ancora per qualche secondo fino a quando non si sente soddisfatta.Lo stesso trattamento lo riserva anche all'altro capezzolo ma in questo caso riesco a non emettere suoni cercando di trattenermi il più possibile."Bravo Schiavo, devi soffrire in silenzio,il dolore che provi &egrave il mio piacere in questo momento e se farai tutto quello che di ordino potrei anche ripagarti."Dicendo questo inizia a baciarmi dolcemente il petto ed essendo nudo non posso nascondere la mia crescente eccitazione."Vedo che non hai ancora capito chi comanda qua." Si alza andando a prendere qualcosa che non tardo a ...
«123»