1. L'allenatore


    Data: 20/11/2020, Categorie: Gay / Bisex Autore: Atos Cipriani, Fonte: EroticiRacconti

    Atletica leggera, la mia passione..18anni appena fatti ed iscrizione alla squadra del paese, anno anche della maturità.. Il primo giorno, per la palestra è emozionante, non si sa chi si incontra, soprattutto chi ti fa il mister o master...Preparo il borsone azzurro....Mio padre con l'auto mi ci porta alla palestra...Saluto e mi dirigo, apro la porta e già l'allenatore Erwin,mi fa un'osservazione..."10 minuti di ritardo, muovi il culo e cambiati...." Gli altri mi guardano...Entro di corsa negli spogliatoi, l'allenatore mi segue e mi dice "Dopo fermati, che ho due parole da dirti..."Io risposi "Ok" e lui girandosi, "No, devi dire "va bene signor Erwin" e questo ti vale tre giri di corsa, per punizione, appena sei fuori....Dopo ti fai 80 flessioni e non azzardarti a soffiare, pivello, ti ho sentito....".... Rimasi sbalordito per come con autorità mi ha affrontato....Mi spogliai e indossai magliettina e pantaloncini cortissimi rossi, con spacco laterale, uscii e come da ordine feci i 5 giri di corsa con le mani dietro la nuca, gli altri seguivano la lezione ginnica dell'allenatore Erwin...Li osservavo, le loro gambe, le ...
    ... natiche sode e il loro pacco davanti,leggero o ben fornito....Correndo i calzoncini mi entravano tra le natiche, dandomi fastidio, staccai le mani per mettere a posto il cavallo dei calzoncini, quando l'allenatore si avvicinò e all'orecchio mi ordinò "Tirati su i calzoncini come prima, e non pensare al fastidio..." Arrossii e feci come mi ordinò.....Le mie corse e le flessioni, il cavallo mi creava fastidio e prurito, finito quello che mi è stato imposto, mi infilai nel gruppo e feci gli esercizi su ordine dell'allenatore Erwin, seppi poi che erano due gli allenatori, si cambiavano oppure c'erano tutti e due, l'altro è di nome Thomas, che conoscevo già e frequentavo per amicizia oltre che per amore, lo amavo......Finito entrammo tutti nelle docce, vidi che si mettevano nudi, io feci come loro....Alcuni avevano delle chiappe sode e dei muscoli alle gambe ben fatti, solo uno portava un tatuaggio sulla coscia.....Entrai nel mio spazio, m'insaponai guardandomi intorno, uno si masturbava , altri due si abbracciavano....Mi piaceva, ma pensavo anche a cosa voleva dirmi l'allenatore Erwin, ero emozionato e eccitato........(2^ parte) 
«1»