1. Da babysitter a mia moglie


    Data: 13/11/2019, Categorie: Incesti Trans Autore: 1948, Fonte: RaccontiMilu

    Mia madre ha 38 anni e da quando si è separata ha un’amica molto giovane il cui nome è Teresa ed ha 30 anni. Ritengo sia bellissima, un fondo schiena dalle curve incantevoli, capelli lunghi biondi che terminano sotto le scapole con dei boccoli spesso raccoglie in una coda dietro la testa, ha le gambe così ben fatte che mi sembrano infinite e mi incanto a vederle. Il seno è prosperoso e un sorriso ammaliante.Devo confessare che il solo vederla mi procura delle erezioni notevoli che nascondo con difficoltà.Teresa ormai vive con noi da 10 anni. Era la mia babysitter e poi mamma lentamente si si è confidata con lei entrando sempre più in confidenza tanto che ora tra lei e Teresa si è creato un legame che va oltre l’amicizia.Quando ho raggiunto l’età tale da non essere più assistito da babysitter, mia madre ha chiesto Teresa a restare a casa con noi.Mamma aveva incontrato Teresa tempo fa quasi per caso mentre stava portando a spasso il mio cane. Si erano viste più volte ma erano incontri di sfuggita e con scarsissimo dialogo sempre sul comportamento del proprio cane. Un giorno Teresa, dopo le prime frasi di rito, le chiese come andasse il rapporto con suo marito, mio padre. Teresa non so come sapeva benissimo che le cose non andavano bene. infatti dopo alcuni anni di matrimonio l'affetto era sempre lo stesso dei primi tempi ma l'intesa sessuale era svanita; non c'era più l'attrazione di una volta e questo rendeva il loro rapporto abitudinario. Teresa non so come ma sapeva tutto. Forse conosceva mio padre.Quindi la risposta fu inizialmente di circostanza e per nulla sincera così come poco sincero era l'interessamento di Teresa per le condizioni di mio padre Maurizio. Quel giorno però stava per congedarsi da Teresa quando si accorsi che quel giorno era più simpatica ed interessata del solito. Mia madre la invitò a casa a prendere qualcosa poiché si sentiva sola essendo Maurizio partito per lavoro da tre giorni e sarebbe tornato solo per il fine settimana.Io ho sempre considerato Teresa una ragazza piuttosto carina ed ero convinto che fosse stata poco interessata alla vita di ogni giorno e che fosse dedita a fare sempre sesso, soprattutto solitarioNon so come finirono a parlare di me e del fatto che avessi necessità di una babysitter. Teresa di offrì di farlo e mia madre fu felice perché si fidava di lei. Mia madre le spiegò quale fosse il lavoro che avrebbe dovuto fare e venero a casa perché io conoscessi Teresa. Presero un caffè dandosi appuntamento per il mercoledì seguente.Ero al settimo cielo nel sapere che Teresa sarebbe stata la mia babysitter. Qualche sega me la feci pensando a lei.Il giorno stabilito Teresa appena entrò in casa si tolse il soprabito e, a conferma delle mie idee, mi accorsi che il suo abbigliamento era piuttosto provocante: la gonna attillatissima aveva uno spacco sul dietro che lasciava intravedere delle cosce tornite con forme evidenziate da calze velatissime nere e autoreggenti; il tutto era completato da scarpe con tacco alto ...
«1234»