1. Una sorpresa inaspettata


    Data: 08/02/2020, Categorie: Tradimenti Autore: ninfea01, Fonte: Annunci69

    Era una soleggiata e fresca mattinata estiva e mi trovavo nella mia casa. I figli erano al mare mentre mio marito A. quella mattina aveva deciso di lavorare da casa senza recarsi nel suo ufficio. Come ormai accadeva ogni giorno sbrigavo qualche faccenda di casa e contemporaneamente chattavo di nascosto con “lui”.
    
    “Lui” non era mio marito, ovviamente. Era l’uomo che con le sue parole e le sue fantasie riusciva sempre a portarmi ad un livello di eccitazione altissimo che poi alla sera mi costringeva a masturbarmi o a farmi scopare da mio marito. Dovevo infatti in qualche modo scaricare tutta la tensione erotica che si era accumulata durante la giornata.
    
    Ogni giorno “lui” mi proponeva dei nuovi giochi sessuali che io mi divertivo ed eccitavo ad eseguire, inviando a lui ogni tanto delle foto come prova dell’esecuzione del compito richiesto. Questo mi prendeva tanto, mi piaceva ritrovarmi un po’ sottomessa alle sue volontà e sapere inoltre che questo lo eccitava da impazzire. Immaginare il suo cazzo che si gonfiava e diventava duro, mentre osservava la foto della “sua” puttana che eseguiva i suoi ordini, mi rendeva piacevolmente orgogliosa e gratificata. La mia fica si bagnava non appena l’ordine veniva impartito. Le mutandine si bagnavano copiosamente ed il desiderio di “lui” mi faceva quasi impazzire. Ogni mattina mi chiedeva informazioni sui miei programmi per la giornata e su come mi ero vestita. Sembrava volesse in qualche modo ricostruire mentalmente la scena: l’ambiente in cui mi trovavo e come ero abbigliata.
    
    Quella mattina il tono della conversazione era abbastanza pacato e si chattava più che altro di cose che riguardavano la nostra quotidianità.
    
    Come ogni mattina gli feci il resoconto dettagliato di dove mi trovavo e di cosa stavo facendo. Se uscivo dovevo dirgli come ero vestita e preferibilmente dovevo indossare la gonna o il vestito e tacchi sempre alti.
    
    La mattinata sembrava procedere in tutta tranquillità: mio marito A. lavorava al computer in soggiorno ed io continuavo a sistemare un po’ la casa. Non ero al momento eccitata, anche se chattare con “lui” mi metteva sempre in testa qualche “strana” voglia e mi turbava un po’.
    
    Quando “lui” sembrò soddisfatto delle mie descrizioni e abbastanza consapevole della scena in cui mi trovavo, arrivò inaspettato il suo comando… il suo ordine ! Talmente inaspettato che mi ritrovai a scattare per eseguirlo !
    
    “Ora vai nella tua camera e vestiti come piace a me: intimo, calze autoreggenti (o reggicalze) e scarpe con il tacco ! Come si vestirebbe una vera troia !”. Anche se il tono della sua voce e dell’ ordine non si poteva sentire si intuiva facilmente che la richiesta era perentoria ! Andai in camera ed iniziai a vestirmi come mi aveva ordinato, scegliendo accuratamente le cose da indossare. Cercai nell’ armadio l’ intimo più provocante e sexy e non appena pronta gli inviai una foto, scrivendo:” Così va bene ?”
    
    La risposta arrivò quasi immediatamente : ”Perfetto !”. Era ...
«1234...»