1. Acqua


    Data: 14/02/2020, Categorie: Etero Autore: coppiacuriosa05, Fonte: Annunci69

    Non riesco a capire se è realtà o se la mia mente si sta prendendo gioco di me
    
    Cerco di scrutare il fondo della vasca ma la luce è troppo bassa, e con il dorso fuori dall'acqua ho quasi freddo, poi non voglio dare nell'occhio e fare capire alle altre persone che sto controllando. C'è troppa gente, e la vasca non è molto grande: io e te, alla tua sinistra una donna sui 40-45anni, accanto a lei un uomo biondo, sui 40 anni; di fronte a noi un altra giovane coppia.
    
    Acqua termale, musicoterapia, luce soffusa, troppo fioca per distinguere se realmente le sue gambe sono allungate sopra alle tue
    
    Mi riimmergo. Spariscono i brividi di freddo, chiudo gli occhi, immersa con le labbra sul filo dell'acqua, ma rannicchiata con le ginocchia vicino al petto.
    
    E' tutto il giorno che mi ecciti, il mio cervello sta creando immagini a suo piacimento
    
    Riapro gli occhi, la giovane coppia sta uscendo dalla vasca, qualcun altro sta entrando. Mi giro verso la porta, quasi alle mie spalle. Lo sguardo si ferma alla mano della donna appoggiata sotto al sedere dell'uomo biondo. Questa volta distinguo bene il braccio allungato e la mano sparire non so se sopra o sotto al costume di lui.
    
    Chiudo gli occhi, un respiro profondo, non colgo il tuo sguardo ma l'atmosfera diventa elettrizzante...vorrei dirti di guardare ma non oso rompere quel silenzio quasi surreale
    
    L'altra gente esce ed entra, non seguo più il via vai di chi è attratto dalla piccola vasca calda e buia ma poco dopo se ne va per il fastidioso “affollamento”. Ferma ad occhi chiusi mi godo la sensazione di trasgressione che aleggia nell'aria
    
    Il tuo respiro rapido e superficiale mi riporta alla realtà; mi giro verso di te, per cercare il tuo sguardo, e l'occhio cade più in basso, sul tuo costume nero, ora gonfio.
    
    Sei eccitato come me,sarà colpa dell'atmosfera...oppure sotto....no....eppure non distinguo la posizione del braccio destro della ragazza...
    
    Richiudo gli occhi, mi chiudo in me stessa lasciando la mia mente vagare nell'indecisione. Finché il movimento dell'acqua fa di colpo accelerare il mio cuore rendendo assolutamente reale il mio dubbio. Ora so che il tuo braccio si sta muovendo in modo deciso e senza fermarsi. Un brivido mi percorre tutta la schiena e allo stesso tempo un forte calore si diffonde nel mio ventre. Mi giro verso di te, e lo smalto rosso che risalta sul nero del rigonfiamento del tuo costume mi toglie il respiro.
    
    Completamente inaspettato...ed estremamente eccitante...
    
    La sua mano ti accarezza lentamente il membro gonfio di voglia, tu ad occhi chiusi ti stai godendo il suo tocco leggero e1 nuovo. All'improvviso le fermi la mano e la allontani, tenendole fermo il polso.
    
    Non farlo...lasciati toccare...ti sto guardando, e lo sai quanto mi fa impazzire la situazione...
    
    Intervengo, allungo la mano sfiorando quella di lei...riesco ad afferrarle solamente le dita; fa per ritrarsi, la accarezzo, non andartene ti prego....
    
    si rilassa, probabilmente confusa, ma ...
«123»