1. Mi piace il tuo stile! 2


    Data: 08/10/2019, Categorie: Etero Autore: VincentAndTheShades, Fonte: Annunci69

    Ebbene sì! Ho mentito.
    
    Chiara l'ho rivista dopo il capodanno che abbiamo trascorso assieme. Solo che ci è voluto un po’ perché ci rincontrassimo, ed il caso centrava davvero poco. L’ho cercata! tramite amici, sui social, sembrava scomparsa, che si fosse dileguata nel nulla. Mettendo in campo doti da investigatore che non sapevo di avere, riesco a trovarla su Facebook e le scrivo. Scopro che mi aveva cercato allo stesso modo e che voleva rivedermi.
    
    Ero un po’ a disagio. Una cosa è conoscere una ragazza in discoteca ed averci un focoso scambio di idee, tutti e due presi dai fumi dell’alcool e storditi dalle droghe, un’altra cosa è rivedersi per un appuntamento sapendo che più della conversazione ci sarebbe piaciuto passare direttamente al momento in cui le slacciavo il reggiseno.
    
    Fu lei a tranquillizzarmi quando passai a prenderla. Ci eravamo dati appuntamento in una zona neutra, davanti al bar nel centro del paese. La invitai a salire in macchina e mi misi a guidare.
    
    Lei era vestita semplicemente, non portava più il tubino da sera che le fasciava stretto il corpo. Indossava un piumino corto ed avvitato, sotto un top semplice e molto carino ed una gonna lunga. Nel complesso mi dava l’impressione della ragazza della porta accanto. Poco trucco e quasi niente accessori. Era ancora più bella di come me la ricordavo.
    
    Rotto il primo imbarazzo mi chiese se poteva fumare in macchina.
    
    Le dissi che purtroppo non si poteva, visto che la macchina la usano anche i miei, e  quando torno a casa diventa il mio mezzo di trasporto, anche se preferisco la moto. Sempre a casa dai miei ho una bellissima moto d’epoca, una Suzuki GS500 del 1969. Una moto elegantissima che adoro guidare tra le curve della costiera amalfitana.
    
    Intanto eravamo arrivati ad un bar che mi sembrava il luogo adatto per scambiare quattro chiacchiere davanti ad un drink. Io ordinai il mio solito Gin&Tonic e lei chiese una Vodka Tonic ordinando della frutta fresca per accompagnare il cocktail.
    
    Restammo al bar quasi un’ora nella quale parlammo di diverse cose. Mi feci raccontare del suo lavoro, fa la parrucchiera, e le chiesi se avrebbe potuto sistemarmi il taglio. Sono mesi che cerco di trovare una nuova identità al mio stile ma sono negato con queste cose e mi ritrovo un taglio ibrido che tuttavia sta cominciando a piacermi. Non so da che latto mandare i capelli, mi si scompigliano sempre con il vento ma questa cosa, non so perché, mi rende più affascinante.
    
    Dopo il bar le dissi che ero eccitato e che volevo continuare il nostro scambio di battute iniziato a capodanno. Lei non se lo fece dire 2 volte, si avvicinò a me guardandomi (la timidezza sembrava passata), mi baciò sulla bocca e mi sussurrò di sbrigarmi a trovare un posticino discreto perché era curiosa di sapere come l’avrei scopata da lucido.
    
    Mi diressi verso un parcheggio, l’unico della zona, visto che abito in un paese relativamente piccolo dove le coppiette sono solite appartarsi. È un posto sicuro. Non mi ...
«1234»