1. Diario di un rapporto molto particolare. - 11


    Data: 30/10/2019, Categorie: Feticismo Voyeur Trans Autore: CagedSissyCuck, Fonte: xHamster

    CuckolF - Parte settimaNuova serata cuckolf dal Bull - Faccio una nuova conoscenza.Stavolta mi accompagna Marisa. Lei e Bull Bruno hanno in programma una festa di compleanno di un qualche loro collega che, per i suoi 40 anni, pare abbia riservato un locale.Partiamo da casa verso le 20 e arriviamo lì verso le 20,30. Non sono entusiasta di queste mie prestazioni da cuckolf, ma quantomeno stasera sarò solo e potrò dedicarmi alle faccende domestiche in santa pace, senza essere angariato.Bull Bruno ci accoglie già vestito di tutto punto, impaziente di andare. Il locale pare sia in centro e non è semplice raggiungerlo in tempi brevi. Aspettano che mi cambi indossando la regolamentare divisa, quindi prendono tutti i miei vestiti e li chiudono nel guardaroba e tolgono la chiave per portarla via.-Allora fighetta...mi raccomando...voglio tutto lustro e splendente come al solito, poi fai il bucato e stira tutto quello che trovi in giro da stirare. Noi torneremo tardino, però non prendertela comoda per questo. Al lavoro, adesso, su!E con una rumorosa pacca sul mio culo nudo si congedano da me, lasciandomi solo.Sono in qualche modo sollevato e inizio con metodo a svolgere le mie mansioni.Verso le 11 ho già finito e non so che fare. Provo a vedere cosa c’è alla tele ma non trovo niente di interessante. Inoltre ho timore di fare rumore perché gli affittuari del piano di sotto sono in casa e non voglio far loro capire che qui sopra c’è qualcuno: dovessero mai venire a bussare per un qualsivoglia motivo. Magari mi sto facendo troppi scrupoli ma non so bene in che rapporti siano con Bull Bruno e non posso certo rischiare di scoprirlo proprio ora.Me ne sto pertanto buono buono in poltrona buttando un’occhiata alla Gazzetta dello Sport (unica cosa da leggere che ci sia in giro), quando squilla il telefono di casa.Non ho nessuna intenzione di rispondere, ovviamente, ma poi penso che potrebbero essere loro che vogliono comunicarmi qualcosa e, visto che il cordless di casa è di quelli che mostrano sul display il numero di chi sta chiamando, guardo se riconosco il numero come quello di uno dei loro cellulari. Non è così, per cui, continuo ad ignorarlo.Squilla a lungo, prima di smettere.Dopo una decina di minuti riprende a squillare. Controllo di nuovo il numero. Stavolta è il cellulare di Marisa, lo riconosco.-Pronto? Che succede?-Senti fighetta...E’ la voce di Bull Bruno. Sembra un po’ meno sicura del solito.-...ci sarebbe un problema...-Di che genere?Faccio io.-...il fratello di una mia carissima amica...-Beh...?-...niente è che è straniero ed è arrivato a Roma adesso...il fatto è che le avevo promesso che lo avrei ospitato in casa mia per qualche giorno...-E allora?-...insomma è arrivato adesso a Fiumicino e io me ne sono scordato completamente...Nel suo tono non sento l’ arroganza che lo contraddistingue di solito, sembra incerto.-Quindi...?-Il fatto è questo:io non posso muovermi, ma non posso dargli buca...mi ha chiamato dall’aeroporto e gli ho detto che poteva ...
«1234»