1. Uno strano ragazzo


    Data: 08/11/2019, Categorie: Altro, Incesti Lesbo Dominazione / BDSM Sensazioni Autore: Mystral, Fonte: RaccontiMilu

    UNO STRANO RAGAZZOQuando Giulia entro in camera dopo averlo fatto andare via, mi trovò seduta al centro della stanza sul pavimento mentre guardavo scioccamente una vecchia foto mia e sua di quando eravamo piccole.�ehm... Nadia? Tutto ok?�Esclamò lei facendo qualche passo avanti con un tono vagamente preoccupato.Era solo con un asciugamano a coprirsi il corpo quindi probabilmente stava andando a fare una doccia.�perché non rispondi?��potrebbe andare tutto OK secondo te?!�Mi voltai poggiando la cornice in terra vicino a me allungandomi quasi senza forze, mentre lei si fece più vicina incuriosita dal mio atteggiamento.�dieci giorni fa eravamo tranquille Giulia... due ragazze in fin dei conti normali, ed oggi guardaci. C'è qualcosa che non va, abbiamo perso la bussola�.�mmm... ok, Nadia... non ti seguo più; credevo ti fossi finalmente divertita�.�infatti... ma non capisci? Per la prima volta ho sentito dentro di me una libertà provata solo con te e l'ho fatto facendo delle cose riprovevoli a quel poveretto che nulla mi ha mai fatto di male�.Giulia si distese con l'asciugamano incrociando braccia e gambe guardando il soffitto insieme a me.�ho capito... sei preoccupata per lui?��sono preoccupata per tutto... adesso che il momento è passato arriva una coscienza, come fai tu?�Rise da sola.�non lo so... non mi preoccupo più del necessario. Io so solo che è stato un pomeriggio meraviglioso ed abbiamo fatto quelle che tutti volevamo, Andrea compreso e se prima aveva dubbi su di te, beh... glieli hai tolti per bene�.Rise di nuovo e le tappai quella boccaccia finendo con il riderci assieme; riusciva sempre a tirarmi su in queste crisi di coscienza che mi venivano ed era davvero un gran bene.�e adesso?��cosa adesso?��che faremo con lui?��ma che ne so... se avrà il coraggio di rimettere piede qui dopo oggi ci penserò�Sospirò alzandosi leggermente, voltandosi verso di me sfiorandomi con la mano il viso.�odorano ancora di lui...��davvero? Beh sono andata parecchio a fondo, non credevo fosse così semplice, tu lo avevi mai fatto?��certo che no stupida...��di la verità, ci hai pensato a metterglielo dentro?�Mi alzai anche io e tolsi la sua mano dal viso dandole un pizzico sulla guancia.�tu adesso chiudi quella bocca, altrimenti te la chiudo a modo mio... chiaro?�Sorrise.�ma ci hai pensato o no?!��Giulia esci!�La alzai di scatto e ne seguì una breve colluttazione, ma vinsi io scaraventandola fuori e chiudendo la porta dopo una sonora linguaccia.Restai sola con la schiena alla porta e pensai...Ci avevo pensato dal primo momento a farmi Andrea, non appena mi aveva mostrato quel sedere candido avevo lottato contro il mio istinto più basso e per fortuna avevo resistito; poi sentii Giulia accostarsi alla mia porta.�lo sai che Andrea inizia a piacermi... penso che non troverò mai nessuno come lui e neppure tu. Forse non è lui che dovrebbe dirsi fortunato�.Con questa frase tristemente vera, Giulia si scostò dalla porta e la sentii allontanarsi. Quanto era vero purtroppo; a ...
«1234...9»