1. La fortuna di Micaela


    Data: 14/02/2020, Categorie: Etero Autore: MarcoB, Fonte: RaccontiMilu

    ... al negozio Marco e Fulvia, perfidamente, lo accoglie premurosa e lo accompagna nel ripostiglio e, senza nemmeno prepararlo al peggio, gli dice di guardare e osservare che razza di puttana è la sua ragazza.Micaela sente l’odore forte ed acre del cazzo di Neisha e con voce delicata ma decisa: “Amor mio, sento il tuo odore e mi eccito ancor di più. La mia figa ha cominciato a secernere, per te, gli umori più fragranti. Ho aspettato tanto questo momento ed ora voglio che tu mi prenda così, su questo divano. Prendimi, fammi tua, fammi sentire una zoccola della peggior specie.” Neisha allunga le mani e strappa il reggiseno di Micaela con un colpo solo. Micaela ha un sussulto di piacere al culmine dell’eccitazione. È pronta a ricevere il suo amante. Neisha prende nelle mani le morbide e grandi tette di Micaela. Il il punto debole di Micaela, le palpa, le bacia, le lecca. Prende i capezzoli fra pollice e indice e li stringe, le divarica le gambe, si mette in ginocchio tra le sue gambe, letteralmente le strappa il perizoma e inizia leccarle la figa. È sempre stato un maestro con la lingua. Con la lingua le apre le labbra e scopre il clitoride. Titilla delicatamente e con colpi di lingua leggeri ma frequenti il grilletto. Micaela non oppone nessuna resistenza alla lingua, i suoi mugolii di piacere si levano lievi.Micaela sente che tra poco quei colpi di lingua le regaleranno un orgasmo, lo sente da come si è infiammata la figa e da come urge prendere il cazzo. Poi, con decisione e con forza, Neisha infila la lingua nella figa, scoprendo un lago di umori caldi e profumati, dolci come il miele. Lei con le mani gli preme la testa in mezzo alle sue cosce e raggiunge un primo orgasmo clitorideo.Micaela gli ordina: “Ora basta, basta lingua. Tira fuori il cazzo e riempimi la figa. Spaccami la figa con il tuo cazzo di marmo”. Neisha afferra le gambe della ragazza e le stende in verticale in modo da prepararsi la strada per la penetrazione. Neisha ha, di fronte a se, la figa gonfia di umori profumati, prende tra le mani il pene in tiro, si rialza, lo appoggia sulla figa in fiamme e con un colpo deciso le infila il cazzo fino in fondo.Micaela adora i modi rudi. Adora sentirsi sottomessa alla forza prepotente dei caldi e muscolosi corpi maschili. Ha un gemito profondo e interminabile. Il respiro le si ferma in gola. Poi Neisha comincia a pompare forte ed i gemiti di piacere diventano in un senso di felicità assoluta l’estasi orgasmica, i suoi gemiti si fanno ancora più forti.“Fottimi, fottimi, non ti fermare, mettici tutta la forza che hai. Spaccami in due, falla bruciare, distruggimela, ma non ti fermare” gridava nell’estasi Micaela. Il suo ragazzo, che dal ripostiglio la osservava in silenzio, abbassò lo sguardo e la perfida Fulvia gli prese la testa fra le mani. Neisha andò avanti per parecchio tempo ancora tra gli urli di piacere di Micaela mentre Fulvia, la stronzetta, faceva progressi con Marco. Riesce a mettergli la mano prima sul pacco e poi, abbassata la ...
«1...3456»