1. Ero sua...completamente


    Data: 13/08/2019, Categorie: Gay / Bisex Autore: gioioso64, Fonte: Annunci69

    Una premessa: è il mio primo racconto dove forse ho messo qualche nota “fantastica”ma è stato un periodo meraviglioso; i nomi sono però di fanfasia! Riconosco che non è assolutamente facile descrivere le tante sensazioni vissute (forse per timore di scordare particolari interessanti o addirittura fondamentali che potrebbero cambiare il senso del racconto) ed è quindi possibile che non sia scritto con la dovuta cronologia dei fatti o questi si accavallino quindi sono felice di avere critiche, suggerimenti, osservazioni e quant’altro sia utile per mettere per iscritto le tante sensazioni di quel periodo.
    
    Avevo 26 anni, ero single, vivevo da solo( i miei abitavano lontano) e alle 18, finito il lavoro, mi fermavo nel Bar di Grace (una simpatica e bella Signora di circa 50 anni) dove peraltro incontravo molti ragazzi e ragazze giovani: era davvero un locale molto ben frequentato: tra gli avventori del bar vi era un uomo sempre molto elegante nei modi e nell’abbigliamento, un bell’uomo di circa 50 anni; devo dire che non mi era mai passato di mente di guardare gli uomini con interesse . Parlando con Grace mi disse che era un suo amico in quanto avevano frequentato il liceo classico nella stessa classe .
    
    Si ritrovarono dopo gli studi e Lui era un affermato professionista (molto noto).
    
    Successe che un giorno entrai nel Bar: era pieno di gente, i tavolini tutti occupati alchè Grace chiese ed ottenne dal suo amico ospitalità per me al suo tavolo ed ebbi così modo di  conoscerlo, parlargli, discuterci e di guardarlo bene: sarà stato alto
    
    1.90, due spalle molto pronunciate, i lineamenti gentili ed un profumo dolcissimo.”Piacere Paolo ciao io sono S.” (il suo nome non mi và di dirlo)
    
    Parlammo un po’ di tutto, era molto simpatico e gentile dicendo che da molto tempo mi vedeva nel Bar e che avrebbe desiderato conoscermi ma non vi era mai stata occasione . Aggiunse che il sabato successivo avremmo potuto fare un barbecue a casa sua( visto il tepore di inizio estate) così avremmo potuto conoscerci meglio e chiacchierare in tranquillità. Io e Grace. accettammo ben volentieri il suo invito e alle 18 c’incontrammo in città per acquistare una buona bottiglia , lungo il tragitto per giungere a casa sua (di lui) mi fece alcune confidenze: mi disse che la famiglia di S. era molto importante e facoltosa aggiungendo che lui non si era mai sposato in quanto aveva altri “interessi”. Detta questa frase disse, vedendo il mio sguardo, che non mi dovevo assolutamente preoccupare in quanto era un signore ed aggiunse:”Non farà mai niente che tu non voglia”.
    
    Quando arrivammo scopriì che non abitavamo distanti,la sua era una casetta a due piani che usava entrambi:lo vidi scendere le scale con jeans, maglietta e i capelli gelatinati ( totalmente diverso da come lo conoscevo).
    
    Salimmo verso casa e S. mi prese sottobraccio. La domestica aveva preparato l’occorrente per un berbecue molto sfizioso quindi mangiammo e bevemmo molto bene. Durante la cena Grace e S. ...
«1234...9»