1. 173 - La giovane Vanessa, il dottore, la zia Elisabetta e.....


    Data: 12/06/2019, Categorie: Etero Sesso di Gruppo Incesti Dominazione / BDSM Autoerotismo Autore: ombrachecammina, Fonte: RaccontiMilu

    bibite per le donne. Dopo la sosta rigenerante e rilassante, non solo per me ma soprattutto per �lui� , ripartimmo e superammo il confine. Al di là della barriera autostradale, ci accolsero il vento e, lungo le rive, i fiori magnifici delle bouganville e degli oleandri. Un�ora dopo circa uscimmo, come indicato dal navigatore all�uscita 36 DRAGUIGNAN � SAINT TROPEZ. Seguimmo le indicazioni per SAINTE MAXIME e infine dopo aver superato BERTAUD giungemmo finalmente a destinazione. Dopo circa un chilometro seguendo le indicazioni, ci trovammo di fronte ad una casa, con le pareti esterne tinteggiate color giallo ocra e le persiane verdi verniciate l�ultima volta parecchi anni prima. Da fuori, per la verità, dava l�impressione d�essere una vecchia cascina e non un Hotel a tre stelle e nemmeno aveva l�impronta d�essere un buon albergo. L�insegna recitava comunque: Hotel le Mouillage. Entrammo all�interno del cortile antistante la costruzione e parcheggiai la macchina. Due solerti facchini ci vennero immediatamente incontro e si presero carico dei nostri bagagli e ci introdussero nella hall. Che dire, in quel momento mi tornò in mente una frase che mio padre, cercando di educare noi figli, diceva spesso: Mai basare i propri giudizi soffermandosi sulle sole apparenze��.Bellissimi e modernissimi gli interni. Nulla di dimensionalmente trascendentale, ma tutto era coordinato con soli due colori: L�azzurro chiaro e il bianco. Il piccolo banco dietro al quale stazionava il �concierge�  in divisa, era costruito con lamelle in legno orizzontali di colore azzurro mentre il piano era bianco lucido, davanti ad esso vi erano delle alte poltroncine ricoperte di candida tela.Le pareti e gli archi anch�essi bianchi e le poltrone, naturalmente bianche, erano decorate con cordoncini, ovviamente azzurri. In somma, un ambiente veramente piacevole alla vista e molto accogliente. Dopo aver sbrigato le varie pratiche, un inserviente ci accompagnò alla nostra camera. Passammo sopra ad un terrazzo coperto dal quale si godeva di una stupenda vista sul mare ed entrammo poi in camera nostra. Rimanemmo tutti ammutoliti e stupiti dalla bellezza di quella grande suite. Erano in pratica due enormi stanze divise da una apertura quadrata chiudibile con due porte che scorrevano all�interno del muro. La prima parte era riservata per metà all�ingresso, con due poltroncine in stile moderno, color canapa e un grande divano dalla tappezzeria color viola intenso e la seconda metà ad un letto singolo con un copriletto color violetto chiaro. Sul parquet in legno di pino naturale, era posato un tavolino, anch�esso moderno, con il ripiano in laminato legno chiaro e i sostegni in acciaio cromato.Al di là dell�apertura, contro la parete in fondo, un letto matrimoniale con la testiera lugubremente viola e sopra al lenzuolo bianco una fascia trasversale anch�essa viola. Sembrava la stola che i preti indossano durante la Santa Messa. Bellissimi i soffitti, con le volte convesse in mattoni a vista, ...
«1...345...14»