1. La scopata dell'anno.


    Data: 11/07/2019, Categorie: Gay / Bisex Autore: RedTales, Fonte: Annunci69

    ... aperto la patta e la sua mano scivolò dentro e, scavalcando gli slip, si impossessò subito di un salsicciotto niente male.
    
    “Cosa vuoi fare? Lavoretto di mano, di bocca o… tutto.”
    
    “Wow!” pensò eccitato da quella proposta alla quale rispose sempre con quella vocina delicata: “quello che vi piace...”
    
    Nel frattempo si ritrovò addosso anche le mani di quelli seduti dietro che erano alla ricerca della loro parte di divertimento. Nemmeno sapeva più da dove arrivavano tutte quelle carezze che lo avvolgevano e semplicemente se le godeva.
    
    Un suo vicino gli suggerì di alzarsi e, incurante dei presenti nella sala, appena lo fece si sentì subito togliere la camicia e si rese pure conto di essere impacciato nei movimenti dai pantaloni. Evidentemente lo capì anche uno dei quattro che con movimenti bruschi gli tolse le scarpe lasciandogli la possibilità con due o tre scalciate di lasciare anche l’ultimo indumento sul pavimento.
    
    Adesso era proprio nudo: in piedi tra quei quattro bei maschi che si erano alzati per poterlo toccare meglio. Fu un momento bellissimo sentire le mani e le dita iniziare a spostarsi dappertutto intrufolandosi anche nel buchino che stava già iniziando a contrarsi per l’eccitazione mentre una mano lo strinse iniziando a masturbarlo con decisione. Ma pure lui si era messo a fare la stessa cosa con i due piselloni che era già riuscito ad afferrare. Con la coda dell’occhio notò qualche spostamento in sala ma non si accorse che praticamente tutti gli spettatori si erano avvicinati a loro per poter osservare quanto stava accadendo.
    
    “Mettiti in ginocchio sulla poltrona.”
    
    Lo fece ma si ritrovò sistemato in modo strano.
    
    “Più indietro le ginocchia e appoggiati allo schienale con i gomiti.” gli suggerì la solita voce.
    
    Lo fece e si accorse immediatamente che così era in una posizione ottimale per… essere scopato e, al tempo stesso, si ritrovò davanti alla faccia i cazzi, duri e pronti degli altri due. Erano proprio dei bei gelati e, un attimo dopo, se ne trovò già uno appoggiato sulle labbra e fu ben felice di accoglierlo.
    
    Uno dei ragazzi gli allargò le gambe spingendogli le ginocchia fino a farle appoggiare contro i braccioli e sistemandolo nel miglior modo possibile per quella scopata che Francesco stava già immaginando.
    
    Effettivamente così com’era messo con il busto quasi orizzontale e con il culetto bello alto e completamente aperto si trovava nel modo migliore per… offrire il suo buchino a chiunque gli stesse dietro.
    
    Uno, dopo aver passato la mano più volte tra i glutei, gli fece i complimenti per quanto fosse liscio e depilato: “proprio un gran bel culo, bianco, liscio, senza peli, sodo e morbido.”
    
    Ne fu contento. Avrebbe voluto ringraziarlo ma quel grosso pisello che stava succhiando glielo impedì.
    
    Nel frattempo il ragazzo si piegò di lato e cominciò a far scorrere la lingua in quel lungo solco tra il fondo schiena e l’attaccatura delle palle per poi concentrarsi solo sul buchino dove, oltre a ...
«1234...7»